Un'avventura Lunga un Secolo

Per Isaac Carasso lo yogurt rappresentava da sempre un alimento di facile consumo della sua città natale, Salonicco, e di tutti i Balcani.

Da quando si stabilì a Barcellona, nel 1916, iniziò a preoccuparsi per i bambini della città - compreso il figlio Daniel - che spesso soffrivano di disturbi intestinali a causa di una scarsa igiene.

Uomo curioso e appassionato, Isaac si dedicò dunque alla produzione di yogurt, convinto della capacità dei latti fermentati di rafforzare la regolarità dei bambini e la flora batterica.

Dai primi vasetti casalinghi di Isaac Carasso fino alla storia recente di Danone, una cosa rimane immutata: la nostra convinzione di poter contribuire alla salute attraverso cibi semplici, buoni e naturali.

Latte fresco e fermenti: niente di più, niente di meno

spirandosi al soprannome del figlio “Danon”, Isaac Carasso iniziò a vendere lo yogurt "Danone" alle farmacie nel 1919. Un prodotto semplice, con uno scopo altrettanto semplice: migliorare la salute, grazie ad uno dei processi più antichi conosciuti dall'uomo, la fermentazione.

Perché la natura possa realizzare la sua magia bastano latte fresco, colture vive e le giuste condizioni.

La vera arte sta nell’essere capaci di creare uno yogurt con il gusto e la consistenza perfetti, che tragga dal procedimento i migliori benefici per la salute.

Dal nostro primo yogurt di un secolo fa, questo procedimento ha suscitato grande interesse e passione: Isaac, così come suo figlio qualche anno dopo, ha dedicato la vita a studiarlo, migliorarlo e perfezionarlo.

Dalle farmacie di Barcellona al mondo

Nel 1929, un decennio dopo che Isaac produsse il suo primo yogurt, Daniel Carasso entrò nell'azienda di famiglia. La sua formazione in batteriologia all'Istituto Pasteur e il successo dell’operato del padre in Spagna furono le forze trainanti per espandere con successo il marchio Danone in tutta la Francia e posizionando lo yogurt non solo come prodotto sano, ma anche come dessert.

Daniel portò Danone anche oltreoceano, stabilendosi a New York nel 1942. Qui dovette affrontare una vera sfida: lo yogurt era piuttosto sconosciuto negli Stati Uniti, e la sua naturale acidità era in qualche modo estranea ai gusti americani.

Daniel ha innovato, trasformando "Day-no-nee" in Dannon, che diventerà in breve tempo un marchio conosciuto, continuando a produrre lo yogurt naturale ma con uno strato di marmellata di fragole per un tocco di dolcezza.

L'attività crebbe, e Daniel continuò a perseguire il semplice obiettivo che lui e suo padre avevano condiviso: portare avanti instancabilmente la ricerca sui benefici e la qualità del prodotto, continuando a far conoscere un alimento un tempo in gran parte sconosciuto e sperimentando continuamente con nuovi gusti e sapori, il tutto in nome della salute e del benessere.

Portare avanti l’eredità di Carasso

Molti anni dopo, la nostra missione di "portare la salute attraverso il cibo al maggior numero possibile di persone", articolata da Franck Riboud, è più forte che mai.

Riassume tutti i valori di Danone sin dalla produzione del primo yogurt, se ci spinge ad essere sempre precursori nello sviluppo di prodotti di qualità realizzati con ingredienti naturali, per Contribuire alla salute delle persone e anche del pianeta.

Sulla base di questa missione, ci impegniamo a ispirare sempre più persone a fare scelte alimentari sane e sostenibili per oggi e per il domani.